Canto: S.Trizzino

Stefano-Trizzino

Siciliano di nascita, classe 1980, inizia a studiare privatamente pianoforte all’età di 10 anni.

La sua passione per la musica ma principalmente per il canto lo porterà sul palco come protagonista di vari Musical in giro per l’Italia, ma subito dopo si avvicinerà alla lirica. Inizia cosi a frequentare il Conservatorio “V. Bellini” di
Palermo. Nel maggio del 2010 al XVI Concorso per giovani musicisti città di Palermo ottiene il Diploma di merito 3°
Premio “Musica Vocale da Camera”
associazione Collegium Ars Musica.

Sempre a Palermo nel 2010 farà parte del coro che accompagna i due concerti di Ennio Morricone al Teatro Politeama Garibaldi. Nell’aprile dello stesso anno partecipa alla IV°ediz. del Festival “Fiorisce il Tiglio Liedergarten – Il giardino dei lieder” all’Oratorio Santo Stefano Protomartire Palermo.

La svolta della sua carriera lirico-teatrale avviene nel 2012 quando si aggiudica una borsa di studio e debutta da Baritono al Teatro del Giglio di Lucca con l’opera lirica di Nino Rota “Napoli milionaria” portandola in scena anche al Teatro Goldoni di Livorno e al Teatro Verdi di Pisa. L’opera vincitrice del premio Abbiati sarà richiesta e portata in scena per la prima volta fuori dai confini italiani al Bartok plusz opera festival a Miskolc in Ungheria con la Filarmonica della medesima città, riscontrando un ottimo successo grazie anche all’originale regia di Fabio Sparvoli.

Nel 2013 e poi nel 2015 sarà ospite, rispettivamente della 4° e 6° edizione del Vittorio Veneto Film Festival Festival internazionale di cinema per ragazzi con il patrocinio di Rai Cinema.

Trasferitosi a Roma consegue il Diploma di II° livello in Musica Vocale da Camera al Conservatorio Santa Cecilia di Roma Istituto di Alta Formazione Musicale con il M°. Amelia Felle.

Con il Teatro Verdi di Pisa si concretizzerà un sodalizio che lo vedrà protagonista in diverse opere sia da camera che liriche. Sarà infatti il protagonista dell’opera da camera “Si camminava sull’Arno” del compositore Marco Simoni che lo scritturerà per la sua seconda opera inedita “The liric puppet show”.

In contemporanea sarà nelle vesti di Geppetto nell’opera lirica “Pinocchio” di Natalia Valli e sempre al Verdi sarà Mario Tamburlani nell’opera da camera “Amici” di Angelo Bellisario su libretto di Dino Buzzati.

Nel 2014 viene chiamato da Rai Radio 2 per prestare la voce della sigla al programma culturale “ A qualcuno piace Cult” .

Canterà inoltre alla prestigiosa V° Edizione del Permio N.V. Gogol in Italia presso la sede di Villa Medici a Roma dove verrà premiato anche il suo conterraneo il M°. Andrea Camilleri. Ultimamente è stato in scena al Teatro di Villa Torlonia a Roma con l’opera lirica “Il segreto di Susanna” di Wolf Ferrari ed al Teatro Eliseo, sempre a Roma, è il protagonista dello spettacolo “Corti ma Lirici”con la regia di Roberto Cavosi. Segue costantemente seminari e master class con cantanti di fama mondiale affiancando al suo continuo aggiornamento artistico anche seminari e laboratori teatrali per attori.

Ha ultimato di girare il Documentario per la tv “Ero Malerba” tratto dal libro di Carmelo Sardo vincitore del premio letterario Racalmare 2014, interpretando il protagonista Giuseppe Grassonelli, con la regia del giovane talentuoso Toni Trupia vincitore del Nastro D’argento 2017. Voluto nuovamente dal regista Cavosi recentemente è stato in scena con il progetto “Word box parole per il teatro” al Teatro Comunale di Bolzano riscontrando positive critiche e successo di pubblico. Debutta nel febbraio 2017, in occasione del 150° anniversario dalla nascita del grande drammaturgo e premio nobel Luigi Pirandello, con la commedia “Vestire gli ignudi” per la regia di Gaetano Aronica con vattore protagonista Andrea Tidona al Teatro Pirandello di Agrigento.

Voluto nuovamente per la tournèe di Aprile e Maggio del 2017 dal regista Roberto Cavosi, ritornerà in scena al Teatro Stabile di Bolzano con il giallo “ Lo strano caso della notte di San Lorenzo” scritto e diretto appunto dallo stesso Cavosi.